Provincia Autonoma di Trento - SIF - Impianti a fune

Logo stampa
11:53 - Lun. 05 Dic 2022
 
Servizio Impianti a Fune e piste da sci
 
 
 

Domande frequenti

 

In cosa consiste l’esame?

L'esame consiste in:

  • un test con domande a risposta multipla;
  • un colloquio orale;
  • una prova pratica da svolgere su un impianto a scelta in provincia.

Il colloquio orale viene svolto solo se viene superato con esito positivo l’esame scritto ed è sostenuto il giorno stesso dell’esame scritto. La prova pratica può essere svolta solo dopo aver superato con esito positivo il colloquio orale.


Entro quando deve essere sostenuta la prova pratica?

Inderogabilmente entro 24 mesi dalla data di presentazione della domanda di ammissione all'esame teorico-pratico di idoneità.



Come trovare l’impianto su cui svolgere l’esame pratico?

Il candidato deve contattare il caposervizio della società concessionaria dell’impianto su cui intende svolgere la prova pratica; sarà poi il caposervizio a contattare i tecnici del Servizio Impianti a fune e piste da sci per accordarsi sulla data di svolgimento dell'esame pratico.



Dove è riconosciuto il certificato di abilitazione?

Il certificato di abilitazione funiviario rilasciato dal SIF è riconosciuto dalla Provincia Autonoma di Bolzano.



Esistono dei corsi di preparazione all’esame?

Corsi di preparazione all’esame sono organizzati periodicamente dall'ENAIP di Villazzano e da quello di Fiera di Primiero. Eventuali informazioni possono essere richieste telefonando al 0461 1723740 (sig.a Roberta Bridi presso ENAIP di Villazzano) oppure al 0439 762057 (ENAIP di Fiera di Primiero).



Quali sono i vincoli per accedere all’esame per il conseguimento del certificato di abilitazione di caposervizio B o C?

È necessario essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado (diploma di maturità) o, in alternativa,

  1. per la qualifica di capo servizio di categoria B, essere in possesso della patente di caposervizio di categoria C o M o di macchinista della categoria B o C e avere svolto le mansioni corrispondenti per un periodo di almeno due anni;
  2. per la qualifica di capo servizio di categoria C, essere in possesso della patente di caposervizio di categoria B o M o di macchinista della categoria B o C e avere svolto le mansioni corrispondenti per un periodo di almeno due anni.

 

Quando scade il certificato di abilitazione?

Il certificato di abilitazione ha validità di 5 anni. Per le persone che hanno un'età compresa tra i 60 e i 64 anni al momento della domanda di rilascio o rinnovo, esso è valido fino al compimento del 65° anno di età. Per chi ha un'età pari o superiore a 65 anni il periodo di validità è di un anno.

 

Quali documenti devono essere presentati al SIF dopo aver superato la prova pratica?

Nel caso l'interessato sia già in possesso di certificato di abilitazione emesso dal SIF per altra categoria di impianto funiviario o per altra qualifica:

  • una marca da bollo da 16,00€ per l'emissione del nuovo certificato di abilitazione.
           

In questo caso il nuovo certificato di abilitazione manterrà la stessa data di scadenza di quello vecchio.

Nel caso l'interessato non sia già in possesso di alcun certificato di abilitazione emesso dal SIF:

  • una marca da bollo da 16,00€ per l'emissione del certificato di abilitazione;

 

  • certificato medico in bollo con i requisiti delle patenti C o superiori; per ottenere questo documento è necessario recarsi dal medico condotto e farsi rilasciare un certificato anamnestico, successivamente con questo documento recarsi dall’ufficiale sanitario per il rilascio del certificato definitivo;
           
    In alternativa al certificato medico:
    1) semplice fotocopia della patente C, o superiore, in corso di validità;
    2) dichiarazione sostitutiva di atto notorio relativa alla conformità all'originale della copia di atti e documenti.
    NB: In questo caso la scadenza del certificato di abilitazione coinciderà con quella della patente di guida, e non potrà comunque superare la durata massima di 5 anni.

 

  • una foto tessera con indicazione sul retro del nominativo del candidato.