Provincia Autonoma di Trento - SIF - Impianti a fune

Logo stampa
19:52 - Mer. 26 Feb 2020
 
Servizio Impianti a Fune e piste da sci
 
 
 
 

Informazioni generali


N.B.: a partire dalla sessione d'esame del 4 settembre 2017, le prove teoriche d'esame saranno aggiornate al Decreto Infrastruttura e Decreto Esercizio reperibili sul sito, nella sezione "Area Tecnica -> Normativa -> Norme generali".

Il personale addetto alla conduzione degli impianti a fune deve essere in possesso di una delle seguenti qualifiche:

  • agente;
  • macchinista;
  • capo servizio.

La qualifica di agenteè attribuita direttamente dal tecnico responsabile e dall’esercente, i quali accertano l'idoneità professionale del candidato ed il possesso dei necessari requisiti fisici e psichici (quelli richiesti per l’ottenimento della patente automobilistica di tipo "B").

Per conseguire la qualifica di capo servizio o di macchinista, è necessario superare un esame teorico-pratico. Periodicamente presso il S.I.F. di Trento vengono svolte delle sessioni d’esame volte a verificare la preparazione teorica dei candidati (esame scritto ed orale). La competenza pratica dei candidati viene esaminata dai tecnici del S.I.F. mediante manovre condotte su un impianto a fune in provincia.

La domanda di ammissione all’esame viene compilata direttamente il giorno dell’esame ed il candidato dovrà presentarsi con la fotocopia di un documento di identità valido, 1 marca da bollo da Euro 16,00 e due foto tessera.

La qualifica di capo servizio e macchinista è specifica per le varie categorie di impianti:

  • caposervizio S o macchinista S per sciovie, slittinovie e impianti assimilabili;

  • caposervizio M o macchinista M per funivie monofuni a collegamento permanente e assimilabili;

  • caposervizio C o macchinista C per funivie bifune e monofuni a collegamento temporaneo e funivie monofuni a movimento intermittente, e impianti assimilabili;

  • caposervizio B o macchinista B per funivie bifune a va e vieni, funicolari terrestri su rotaie e impianti assimilabili.

Di seguito si riportano le ulteriori funzioni che l’abilitazione di capo servizio permette di svolgere:

QualificaFunzioni ulteriori che possono essere svolte
Caposervizio B

Macchinista B

Caposervizio M

Macchinista M

Caposervizio S

Macchinista S

Caposervizio C

Macchinista C

Caposervizio M

Macchinista M

Caposervizio S

Macchinista S

Caposervizio M

Macchinista M

Caposervizio S

Macchinista S

Caposervizio S

Macchinista S




I requisiti comuni per gli aspiranti capi servizio e per i macchinisti che intendano accedere alle prove di esame sono i seguenti:

  • età superiore a 21 anni per la qualifica di capo servizio e superiore a 18 anni per la qualifica di macchinista;
  • requisiti fisici e psichici richiesti per le patenti automobilistiche di tipo C, D, E previsti dagli articoli da n. 319 a n. 324 del D.P.R. 16 dicembre 1992 n. 495 "Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada";
  • requisiti morali richiesti per la patente di guida previsto dall'art. 120 del nuovo codice della strada (D.L. 30 aprile 1992 n. 285).

Gli aspiranti alla qualifica di capo servizio, per gli impianti di categoria B e C, devono essere in possesso del diploma di istruzione secondaria superiore. In alternativa, devono possedere la patente di caposervizio di categoria M o di macchinista della categoria B o C e avere svolto le mansioni corrispondenti per un periodo di almeno due anni. Il possesso di quest’ultimo requisito deve essere attestato dal tecnico responsabile dell’impianto sul quale il candidato ha svolto le suddette mansioni, prima del rilascio del certificato di abilitazione.